il mio domani

Home » Posts tagged 'Social network'

Tag Archives: Social network

LINKEDIN…PER ORIENTARSI MEGLIO

Immagine

Può un social network essere qualcosa di più di un superficiale passatempo? Io credo di sì e quando ogni giorno mi trovo nel mio lavoro a spiegare quella che è una piccolissima parte del funzionamento di Linkedin, per la ricerca del lavoro, mi rendo conto di quanto serio è lo strumento.

I social sono molto accessibili e questo fa pensare che siano sciocchi ma non è così e un nuovo tool di Linkedin può tornare molto utile per orientarsi. Si chiama “Linkedin University Page”, in Italia la trovate sotto la voce “Interessi/Formazione” e può aiutare molto nel capire chi ha frequentato una determinata scuola o università e soprattutto ti fa vedere che strada ha fatto dopo, che carriera, quanto successo ha avuto, che percorso ha intrapreso. E’ una funzionalità eccezionale, soprattutto per difendersi dal marketing universitario. Sapete quando le università si pavoneggiano dei loro numeri (quanti iscritti, quanti laureati, ecc…) o vi raccontano quante possibilità potete avere con quella o quell’altra laurea? Ecco, qua non c’è via di scampo, si vedono i profili delle persone, il lavoro che fanno e che scuola hanno frequentato, si ricavano quali studi hanno intrapreso  le persone di successo e le persone a cui aspirate, si vede quanta strada hanno fatto quelli che contano e gli altri. E’ un aiuto molto utile per decidere del proprio futuro (ecco il link per un articolo di approfondimento).

Annunci

ESSERCI O NON ESSERCI (SUI SOCIAL NETWORK)?

quando incontro uno dei ragazzi che si rivolge a me e dal vivo gli commento o gli chiedo info su cose che ho notato sul suo profilo facebook, vedo che tende a irrigidirsi, come se… non se l’aspettasse. Beh, le cose stanno cambiando. Dobbiamo essere intelligenti e usare bene le info che rilasciamo on line.

Se la scommessa per il futuro è dimostrare di essere una persona in gamba e affidabile, oggi che tutto è visibile, dev’essere un visibile coerente, credibile, interessante. Come noi scegliamo una meta o un prodotto qualsiasi anche cercando info su internet, così fanno i datori di lavoro con le persone. Il mezzo (facebook o qualunque altro social network) è potentissimo e amplifica quello che noi diciamo ed esprimiamo, con le foto, i commenti, i video, i “like”. non per niente si parla sempre più di personal branding e riguarda tutti!, soprattutto i giovanissimi. Qualcuno azzarda che non è giusto guardare sul profilo facebook, qualcun’altro obietta che allora è meglio non essere sui social network. Dai!, siamo seri, non sono obiezioni da persone mature.

Quindi, la domanda da porsi è: meglio incuriosire o alimentare diffidenza?

NUOVE AMICIZIE, NUOVE CONOSCENZE, NUOVI ORIZZONTI

19093_10152420770520506_11286872_n

Estate periodo di nuove amicizie, soprattutto se si sta passando dalle superiori all’università o dall’università al lavoro. Nuove amicizie uguale nuovi contatti, nuove porte, nuove opportunità. Nel mondo del lavoro si chiama networking, “fare rete”, tessere relazioni. Quanto sei bravo in questo? E che immagina hanno gli altri di te?

Nel coltivare nuove relazioni puoi avere nuovi spunti per capire te stesso, metterti alla prova o farti apprezzare per quello che sei e quello che fai.

Che fare quando il tuo network è fatto di persone e conoscenze che non possono aprirti nessun orizzonte nuovo? Meglio cambiare orizzonte e allargare le compagnie.

1) parti dai social media: una volta che hai messo a fuoco quali argomenti ti interessano, cerca tra i contatti che già hai e vedi se quacuno è interessato a qualcosa che vorresti approfondire;

2) partecipa attivamente: visto che d’estate il tempo non manca, cerca su google se esistono luoghi, eventi o occasioni di incontro sul tema che più ti interessa e organizzati per partecipare. Nessuno ti verrà a cercare a casa, meglio uscire e incontrare nuove persone dal vivo;

3) approfondisci e testa i nuovi contatti: in questo periodo dell’anno hai il tempo materiale per sviluppare le nuove amicizie, verificare eventuali indicazioni e informazioni che ottieni, approfondire argomenti di interesse comune.

L’estate è anche questo, ricaricarsi, aprirsi, ripartire.

MA PERCHE’ GUARDANO IL MIO PROFILO FACEBOOK?!

Image representing Facebook as depicted in Cru...

Image via CrunchBase

La gestione del proprio profilo sui social network è uno di quegli argomenti che genera pareri fortemente contrastanti: quando ne parlo con un over 40, mi dice che su Facebook non ci va perché è da ragazzini, Twitter non ne ha mai sentito parlare e Linkedin non lo usa perché non gli piace mettersi in piazza; quando ne parlo con un under 30, mentre gli sto parlando già mi chiede il contatto su facebook aprendomi alla visione di tutte le sue foto, commenti, idee e pensieri.

Estremi. Estremi che ignorano che la visione del proprio profilo social network ha un suo peso in caso di valutazione, soprattutto per un primo colloquio, e contano sì le informazioni presenti sul proprio profilo ma anche il non esserci ha un suo peso (in negativo).

Cercano informazioni su di me su internet? E che vuol dire? Che verrò scelto in base alle foto che posto? Allora devo fare un profilo noioso e serioso? Nessuna foto al mare, nessuna foto in discoteca, nessun commento acido su nessuno?

No, no, niente di tutto questo…queste sono sciocchezze. Quel che veramente conta sapere è che:

– la rappresentazione di noi stessi, data la quantità di informazioni che immettiamo volontariamente nel web, va verso la trasparenza totale (se non hai nulla di cui vergognarti o nulla da tenere nascosto, un social network non può farti paura);

– i selezionatori cercano di conoscere persone e non numeri (quindi per capire che tipo di persona sei è normale che si osservino anche le notizie che ti riguardano su internet);

– scegliere di non essere presente sui social network lascia un punto di domanda nella testa dei selezionatori, soprattutto se sei un giovane nato dopo gli anni ’70.

La visione di un profilo su social network può portare a 3 conseguenze:

1)       È ininfluente rispetto alla selezione in corso (questa è la maggior parte dei casi: di solito immettiamo dati piuttosto banali e prevedibili sui nostri profili internet….quindi niente paura);

2)       Conferma l’impressione avuta durante il colloquio (nulla di cui preoccuparsi in fondo: siamo quello che siamo ed è meglio capirlo subito);

3)        Sconvolge l’impressione avuta durante il colloquio (Dottor Jekyll e Mister Hyde? Può darsi, ma allora c’è qualcosa da approfondire…).

Piuttosto, meglio pensare come utilizzare bene i social network: in generale sono un’ottimo mezzo per approfondire temi e argomenti di interesse attraverso la conoscenza di persone altrimenti irraggiungibili. Non servirsene vuol dire chiudersi in un guscio ed isolarsi.

No buono…..no no…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: