il mio domani

Home » Orientamento e università » UNIVERSITA’: QUANTO SIAMO INDIETRO?

UNIVERSITA’: QUANTO SIAMO INDIETRO?

Ecco un articolo (clicca qui) che ci ributta nella crisi della nostra università. Ma possibile che sia dia ancora tanto peso a questa scelta anzichè al dopo-università? In quasi 10 anni di lavoro ho visto splendidi Bocconiani avere grosse difficoltà nel mondo del lavoro e frequentatori di università secondarie andare via come treni al lavoro. La scelta dell’università, secondo voi, non dovrebbe avvenire dopo aper scelto l’ambito di lavoro? E una volta scelto l’ambito, soldi permettendo, non sarebbe il caso di cercare l’università più adatta alla preparazione a prescindere dalla vicinanza da casa, da mamma e papà, dalle comodità insomma?

Leggo l’articolo segnalato e parla di università italiane come “super licei locali” e da quel che vedo in giro faccio fatica a dissentire. Rispetto a quanto si studia all’università, quanti corsi sono realmente pensati per incontrare i bisogni del mondo del lavoro? Tempo fa ho avuto modo di scambiare interessanti battute con un prof. universitario che mi ribadiva che non è questa la funzione dell’università. Ah no? A cosa servirebbe Allora? Per accrescere la cultura generale? Io continuo a dissentire. E i ragazzi sanno di cosa parlo 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: