il mio domani

Home » Le domande giuste » GIOCO DI RUOLO #2, DI CHE STOFFA SEI FATTO?

GIOCO DI RUOLO #2, DI CHE STOFFA SEI FATTO?

971570_10151620431167305_874865996_nSe nel precedente post abbiamo visto come ad ogni ruolo corrisponde un grado variabile di: 1) capacità di guidare e influenzare gli altri, 2) capacità di visione e immaginazione, 3) autonomia, 4) proattività, 5) capacità di raggiungere un obiettivo prefissato, 6) dipendenza dagli altri, ora è utile capire che questi fattori si combinano in maniera differente secondo i principali ruoli che si possono ricoprire.

A prescindere dal settore o dagli studi (non mi stancherò mai di ripeterlo) i ruoli sono 4 e sono sempre gli stessi:

1) imprenditore: chi tende a perseguire una propria idea di business, è pronto ad accollarsi il rischio imprenditoriale, sa che per realizzare il proprio obiettivo ha bisogno del lavoro altrui, di mezzi e strumentazioni (alta capacità di guidare e influenzare gli altri, alta capacità di visione e immaginazione, buona capacità di raggiungere un obiettivo prefissato, buona proattività, bassa autonomia, bassa dipendenza dagli altri)

2) autonomo: chi esercita una professione derivante da un titolo conseguito o da una specializzazione, tende a lavorare da solo e a trattenere per sè il know how del proprio mestiere (alta proattività, alta autonomia, buona capacità di visione e immaginazione, buona capacità di raggiungere un obiettivo prefissato, bassa capacità di guidare e influenzare gli altri, bassa dipendenza dagli altri).

3) collaborativo/tecnico: chi è esperto in un ambito utile ad un gruppo di lavoro, all’interno di una azienda, uno studio professionale o una organizzazione, il suo lavoro tende al miglioramento della qualità del lavoro del gruppo o serve all’ampliamento delle aree di business (alta proattività, buona capacità di visione e immaginazione, buona autonomia, buona dipendenza dagli altri, bassa capacità di guidare e influenzare gli altri, bassa capacità di raggiungere un obiettivo prefissato).

4) dipendente/esecutivo: chi esegue un lavoro in maniera non esclusiva al’interno di un gruppo di persone, un’azienda, uno studio o una organizzazione senza accollarsi una particolare responsabilità della riuscita dell’impresa (alta dipendenza dagli altri, buona capacità di raggiungere un obiettivo prefissato, bassa capacità di guidare e influenzare gli altri, bassa capacità di visione e immaginazione, bassa proattività, bassa autonomia).

Nel momento della scelta, imparare a collocarsi in uno di queste posizioni è molto utile per POI pensare cosa studiare o come specializzarsi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: